Fumetteria

All-Star Top Ten: I Migliori Supereroi dei Fumetti

migliori supereroi
Scritto da Massimo Del Prete

Semplicemente amo fare classifiche! Quindi ho voluto inaugurare una primissima top ten nella sezione fumetteria, stilando una classifica dei migliori supereroi. Ovviamente ci tengo a precisare che la graduatoria è strettamente personale.

Numero 10 – The Punisher

punisher

Frank Castle, ovvero The Punisher, ha rappresentato una delle principali novità dei fumetti americani degli anni settanta, per via della sua natura brutale e la sua predisposizione ad uccidere. Una sorta di eroe molto atipico, quasi un antieroe che usa metodi e armi non convenzionali per perpetrare una spietata guerra personale contro qualsiasi criminale del mondo. Il Punitore è stato il precursore di un’ondata di antieroi psicologicamente complessi e spesso controversi, e solo per questo motivo merita di stare in questa top ten.

Numero 9 – The Flash

flash

Il supereroe con il potere di muoversi a velocità straordinaria, sfidando le leggi della fisica. Flash è senza dubbio uno dei personaggi più importanti dell’universo DC, così importante che la sua identità è stata assunta da ben 4 diversi personaggi. Il più popolare è certamente Barry Allen, il secondo a vestire la calzamaglia rossa con il simbolo del fulmine sul petto.

Numero 8 – Hulk

hulk

È grosso, è verde, è arrabbiato……è HUUUUUUUULK!!!! Salito alla ribalta anche per la fortunata serie con Lou Ferrigno, l’alter ego emotivo ed impulsivo del timido e riservato scienziato Bruce Banner è tra i supereroi più amati da fan dei fumetti e non solo. Il successo del personaggio risiede chiaramente nel suo meraviglioso contrasto: da un lato il pacifico e super intelligente scienziato e dall’altro un essere rabbioso dotato di un infinito potere distruttivo che riesce a controllare con enorme difficoltà.

Numero 7 – Wolverine

wolverine

Il mio preferito tra gli X-Men. Probabilmente perché oltre ad essere il più anticonformista tra i mutanti di Xavier, lo è sicuramente anche tra tutti i supereroi. Grazie anche all’interpretazione sul grande schermo di Hugh Jackman, James Logan (vero nome) è tra i personaggi più popolari dell’universo Marvel. Poi sinceramente non credo ci sia da discutere riguardo un mutante che ha uno scheletro di adamantio indistruttibile, degli artigli retrattili e un fattore rigenerante.

Numero 6 – Wonder Woman

wonder woman

La supereroina delle supereroine. Wonder Woman è il personaggio fumettistico femminile più importante e più famoso di tutto il panorama supereroistico. Il suo creatore, William Moulton Marston, un teorico del femminismo, diede vita a al mito di Diana Prince per dare un simbolo alle donne, un modello che fosse in grado di portare avanti con forza le loro idee e il loro mondo: «Il miglior rimedio per rivalorizzare le qualità delle donne è creare un personaggio femminile con tutta la forza di Superman ed in più il fascino di una donna brava e bella.»
(William Moultom Marston)

Numero 5 – Captain America

cap america

Captain America: il Superman dell’universo Marvel. Vale a dire un supereroe totalmente incontaminato e che si è sempre contraddistinto per i suoi valori etici e morali. Un buono per eccellenza, vero e proprio simbolo di giustizia e libertà. Non a caso, Steve Rogers nasce come elemento di propaganda durante la seconda guerra mondiale, dove rappresentava un’America libera e democratica che si opponeva ad un’Europa imperialista e bellicosa.

Numero 4 – Iron Man

ironman

Senza ombra di dubbio tra i personaggi più riusciti della Marvel. Ad accrescere la notorietà e l’interesse attorno ad Iron-Man è stato il superlativo abbinamento al cinema con l’attore Robert Downey Jr. Sia il geniale inventore e filantropo miliardario Tony Stark, che il suo alter ego in armatura ultra tecnologica sono stati strutturati con grande originalità ed intelligenza. In una ipotetica classifica dei personaggi di fantasia più ricchi al mondo, Forbes lo ha posizionato al quarto posto.

Numero 3 – Spider-Man

spiderman

Personalmente ritengo l’Uomo Ragno non solo l’eroe più conosciuto, ma sicuramente il migliore di tutto il suo universo fumettistico. Spider-Man è stato il primo eroe il cui alter ego non era altro che un normalissimo adolescente, alle prese con situazioni assolutamente comuni come la timidezza, il sentirsi emarginato a scuola o la cotta per la ragazza più carina del quartiere. Un ragazzo come tanti e che grazie al morso di un ragno modificato geneticamente è diventato  “Il tuo amichevole Spider-Man di quartiere“.

Numero 2 – Batman

batman

I am Baaatmaaannn!!!!Un personaggio che sul grande e piccolo schermo ha vissuto fasi molto alterne. Dai punti più bassi come la serie tv con Adam West e i film di Schumacher, ai capolavori assoluti come le due pellicole di Burton e la trilogia di Nolan. C’è davvero poco da dire per un supereroe che è diventato una vera e propria icona pop culturale. Un memorabile scambio di battute tra l’uomo pipistrello e Lanterna Verde, riassume in maniera chiara l’eccezionale singolarità del cavaliere oscuro:

    • Lanterna Verde: “Comunque, quali sono i tuoi superpoteri? Puoi volare?
    • Batman: “No.
    • Lanterna Verde: “Super-Forza?
    • Batman: “No.
    • Lanterna Verde: “Aspetta un momento…Non sarei mica soltanto un tizio in un costume da pipistrello? Mi stai prendendo in giro?!

― Geoff Johns, Justice League, Vol. 1: Origin

Numero 1 – Superman

superman supereroi

Superman, il supereroe per eccellenza. Assieme a Batman, si può considerare l’eroe più conosciuto al mondo, anche da chi non ha mai aperto un suo fumetto. Non ci sono tantissime motivazioni da dare, perché credo che su 10 Classifiche stilate, 8 volte troveremmo Superman al primo posto. Personalmente oltre ad apprezzare delle graphic novel straordinarie come per esempio All-Star Superman, sono sempre rimasto affascinato dalla filosofia che c’è attorno al personaggio. Basti pensare al famoso discorso di Bill (David Carradine) in Kill Bill Volume 2:

«Superman non diventa Superman, Superman è nato Superman; quando Superman si sveglia al mattino è Superman, il suo alter-ego è Clark Kent. Quella tuta con la grande “S” rossa è la coperta che lo avvolgeva da bambino quando i Kent lo trovarono, sono quelli i suoi vestiti; quello che indossa come Kent, gli occhiali, l’abito da lavoro, quello è il suo costume, è il costume che Superman indossa per mimetizzarsi tra noi. Clark Kent è il modo in cui Superman ci vede».

Info sull'autore

Massimo Del Prete

Laureato in Scienze Politiche alla Federico Secondo di Napoli, è un giornalista e copywriter. Da sempre appassionato di cinema, videogames e tutto ciò che riguarda il campo dell'informatica e della tecnologia. Lavora come IT Manager presso la ADPSoftware, dove si occupa anche dello sviluppo di Siti Web, di Social Media Marketing e di consulenza Seo.

2 Commenti

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: